RSS

Archivi giornalieri: 1 febbraio 2012

Boxx il mini-scooter elettrico dal cuore verde

Lo hanno ribattezzato “un metro di scooter”, perché tanto misura in lunghezza. Il Boxx (così si chiama) è un motorino di ultima generazione, poco ingombrante, che – soprattutto – promette di avere a cuore le ragioni dell’ambiente.
Leggero e aerodinamico
Ha un motore elettrico che gli consente di toccare i 55 km/h con un’autonomia massima di circa 120 km (ma dipende dal modello). Il suo telaio, completamente in alluminio, è leggerissimo (appena 54 kg) ed è stato disegnato in modo che il coefficiente di resistenza aerodinamica sia 3 volte più basso rispetto agli scooter della sua “taglia”: tutto questo si traduce in una riduzione dei consumi e dunque in un uso più efficiente dell’energia. Senza contare che viene “colorato” usando un processo a polvere a caldo senza solventi, per cui il suo triplo strato di vernice – più brillante e, secondo le promesse, più resistente di quelle “tradizionali” – risulta anche ecocompatibile.

Prenotabile online
Tra le altre caratteristiche che rendono il Boxx unico nel suo genere ci sono le due ruote motrici: proprio così, questo è uno “scooterino” a trazione integrale, dotato di sistemi per il controllo della trazione e della frenata.
Non si vende in concessionaria (almeno per ora). Per prenotarlo (costa circa 4 mila dollari) bisogna andare su 
www.boxx.com, dove è possibile scegliere le combinazioni di colori, gli accessori ecc. (Focus)
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 1 febbraio 2012 in boxx, CURIOSITA', scooter elettrico

 

Usa, animalisti contro il ‘Giorno della Marmotta’

Washington, 31 gen. (Adnkronos) – Phil e’ una semplice marmotta e non un gigante della meteorologia: deve quindi godersi il suo letargo senza essere interrotta per assurde previsioni stagionali.
Cosi’ gli animalisti americani sono insorti quest’anno per chiedere di mandare in soffitta (o quantomeno di sostituire il roditore con un robot) la tradizionale festa del Giorno della Marmotta (Groundhog Day), celebrata il 2 febbraio negli Stati Uniti e in Canada, istituita nel 1887 a Punxsutawney, in Pennsylvania.
Ma quest’anno Phil non avra’ ancora diritto alla sua pensione come chiedono gli animalisti: il ‘barometro vivente’ sara’ chiamato nuovamente ad ‘esprimersi’ sul clima delle sei settimane successive: se, uscito all’aperto, non vedra’ la sua ombra perche’ il tempo e’ nuvoloso, allora l’inverno sara’ da considerare alle spalle, altrimenti ci saranno ancora sei settimane di freddo.
Niente robot, afferma Bill Deely, presidente dell’Inner Circle – una sorta di Consiglio direttivo del Groundhog Club – della cittadina di Punxsutawney, che come ogni anno si prepara ad indossare smoking e cilindro per l’occasione e a prelevare Phil dalla sua tana di fronte alla folla riunita all’alba per l’evento.
E come ogni anno la cittadina viene invasa da curiosi, turisti e giornalisti per la festa, diventata particolarmente celebre grazie al film del 1993 ‘Ricomincio da capo’ in cui Bill Murray interpreta il ruolo di un meteorologo inviato a seguire l’evento per un’emittente tv. Proprio a seguito del grande successo ottenuto dal film, Murray e il regista vennero insigniti del titolo di Gran cerimoniere del Giorno della Marmotta.
Naturalmente l’accurtezza delle previsioni di Phil non viene contestata solo dagli animalisti: “Non e’ proprio un’idea brillante quella di basarsi sull’ombra di una marmotta come strumento di valutazione meteorologica per tutto il territorio americano”, osservano alcuni esperti della US National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA). Lo scorso anno Phil non vide la sua ombra e non torno’ spaventato a rifugiarsi nella sua tana. Segui’ una tempesta di neve, soprannominata la Bufera del Giorno della Marmotta.