RSS

Archivi giornalieri: 21 gennaio 2012

Addio Etta James, voce soul e blues

NEW YORK – Lutto nel mondo della musica. Etta James, la leggendaria ed eclettica voce jazz, blues e R&B che il 25 gennaio avrebbe compiuto 74 anni si è spenta in un ospedale di Riverside, in California, dopo una lunga malattia. Figlia di una madre di colore, Dorothy Hawkins, che la partorì a soli 14 anni, e di un padre bianco che non conobbe mai (probabilmente il famoso giocatore di biliardo Rudolf Wanderone), Etta fu allevata da genitori adottivi di San Francisco, debuttando alla Saint Paul Baptist Church di Los Angeles a soli 5 anni.
La copertina del primo hit di Etta james con la Chess Records
I SUCCESSI – A quindici, registrò il suo primo disco Roll with me Henry. Quando alcuni disc-jockey si lamentarono per il titolo troppo osé (Roll me in slang evoca il sesso tra le coltri) cambiò il nome in The Wallflower. Sette anni più tardi,At Last le spianò la strada al successo internazionale. Seguirono 4 Grammy Award, 17 Blues Music Awards e l’inclusione nelle Rock & Roll Hall of Fame e Blues Hall of Fame.
Etta James in un concerto del 2004 (Reuters)
SENZA ETICHETTE – «Era una delle più grandi voci della musica popolare Americana di tutti i tempi», scrive il New York Times secondo cui «un’artista di tale versatilità è impossibile da etichettare». Ma nonostante i trionfi di pubblico e critica, la sua carriera aveva sofferto una serie di alti e bassi, non solo a causa dei gusti mutevoli dei giovani americani, ma soprattutto per i suoi problemi di droga, candidamente raccontati nella sua autobiografia Rage to survive del 1995.
Beyoncè interpreta Etta James in ‘Cadillac Records’
LA DROGA – Negli anni 60 divenne eroinomane e un decennio più tardi, dopo essersi disintossicata, cadde nell’inferno della cocaina. Il suo nome era tornato sotto i riflettori nel 2008, quando Beyoncé Knowles interpretò il ruolo di Etta nel film Cadillac Records. Alcuni mesi più tardi, nel gennaio del 2009, Beyoncé cantò At Last(registrandone pure una nuova versione digitale), durante il concerto per l’inaugurazione di Barack Obama a Washington. In quell’occasione Beyoncè scimmiottò persino il suo stile, mandando su tutte le furie la James. «Non sopporto Beyoncé», ringhiò l’anziana cantante, già fragile e malata, in un’intervista in cui minacciò di «frustare quella giovane» che aveva osato scippare la sua canzone. Più tardi spiegò di aver «scherzato», confessando però, non senza amarezza, che «sarei stata molto felice se il nuovo Presidente avesse invitato me a cantare At Last».
 
2 commenti

Pubblicato da su 21 gennaio 2012 in etta james, MUSICA

 

Ricordando il "Signor G."

Un compleanno speciale e da ricordare quello di Giorgio Gaber per il prossimo 25 gennaio. A farlo ci pensa l’attore e regista Luca Martella con tre spettacoli dal vivo dedicati alla memoria del ‘Signor G’.
Un vero omaggio alla immensa discografia del cantante-attore milanese di cui il venticinque gennaio ricorre l’anniversario della nascita. Tre gli appuntamenti in calendario per un’antologia musicale che spazia dagli anni settanta al 2000 promettendo momenti divertenti, profondi, pungenti, ironici ed emozionanti.
Il viaggio della memoria dedicato a Gaber, ‘artista unico nel suo genere’, come lo stesso Martella lo definisce, parte domenica ventidue gennaio da Roma, presso il teatro dell’Universita’ popolare. Tre differenti incontri dove si intrecciano emozioni e riflessioni, ‘per ripercorrere la vita e la storia di Gaber con brani che hanno lasciato un segno del grande talento musicale del ‘signor G’, – spiega ancora Martella –  come gli indimenticabili ‘Desta-Sinistra’ e ‘Lo shampoo’.
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21 gennaio 2012 in compleanno gaber, gaber, MUSICA

 

Megaupload chiuso,e la rete cerca ‘alternative’.

Roma, 20 gen. – (Ign) – A dichiarare la ‘Prima Guerra Digitale’ è stato via Twitter ieri notte in Italia ‘Insopportabile’ con un post in cui si dava la notizia che l’Fbi aveva oscurato Megaupload e Megavideo. Una rivolta, scoppiata in rete, che ha fatto subito migliaia di seguaci. Tra i primi ‘Rubino Mauro’ che informa dell’inizio della rappresaglia, annunciando che “Anonymous vendicherà Megaupload, attaccando i siti governativi Usa”. E poi invita a mettere “da parte i tweet per la Prima Guerra Digitale mondiale”. Che la si chiami così o ‘Netguerra’ come l’ha definita ‘salvatorecorvo’ sempre su Twitter si fa a gara tra i cybernauti a dire, come fa xSmiles, ”Io c’ero” e il termine ‘Prima Guerra Digitale’ è subito diventato tra i più ricercati. BiancoCate annuncia poi di aver “segnato sull’agenda” la data della dichiarazione di guerra.
Mentre su Twitter si organizza la rivolta e si parla anche di “sciopero”, su Facebook si cercano strade alternative. “Ragazzi, non disperate.. non tutto è perduto..” scrive il gestore della pagina ‘Scaricare film gratis da Megaupload’ che conta oltre 2640 ‘Mi piace’. E infatti, informa il tam tam della rete, ci sono altri siti ancora attivi “anke se”, precisa Damiano in un post, quello era il più grande e “non lo supereranno mai”. “Vi ricordo – si legge sul post di Facebook – che Megaupload è solo uno dei tanti siti di file hosting.. questo vuol dire che ci sono tanti altri siti simili, come per esempio FILESONIC, FILESERVE, WUPLOAD, che sono ancora del tutto operativi..”. E poi, si legge tra i post in rete, FILEJUNGLE,VIDEOWEED.ES, STAGEVU, SMOTRI, ZSHARE e VIDEOZER. “Forse sarà un po’ più difficile per me trovarvi qst link.. – conclude – che vi assicuro offrono lo stesso servizio offerto da Megaupload. Quindi solo un po’ di pazienza, e proverò a rendere di nuovo operativa questa pagina”. Una pagina che sarà ancora seguitissima, visti i commenti. “Non ci lasciareeeeeeee” scrive Antonella, mentre Alessandro si dichiara pronto a resistere anche se “la lotta si fa ancora più dura”. Una guerra che per Nicola è persa in partenza visto che prevede: “Chiuderanno tutti”. Mentre per l’utente soprannominato ‘All with Megaupload’ non è ancora detta l’ultima parola.“No es el final’ chiosa il suo post sulla pagina del social network, listata a lutto.
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21 gennaio 2012 in INTERNET, megaupload, scaricare, share