RSS

Archivi giornalieri: 19 gennaio 2012

Combattere l’obesità a colpi di forchetta e coltello

Milano, 19 gen. – (Adnkronos/Adnkronos Salute) – Combattere obesità e diabete a colpi di forchetta e coltello. Mettendo nel piatto ingredienti gustosi, ma sani. Sfatare il falso mito secondo cui benessere e gola non possono convivere è l’obiettivo di ‘Salute al piacere’, una campagna di educazione alimentare itinerante, che per la prima volta vede alleati Adi (Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica), Amd (Associazione medici diabetologi) e Slow Food Italia. Un ciclo di 14 incontri che toccheranno tutta la Penisola, partendo da Milano, per concludersi a Torino al Salone internazionale del gusto e terra madre (25-29 ottobre).
i numeri di obesità (5 milioni di italiani colpiti con costi sociali pari a 8,3 miliardi l’anno, e 1 milione di bambini obesi o in sovrappeso) e diabete di tipo 2 (3,6 milioni, più un altro milione malato senza saperlo): emergenze legate a doppio filo per le quali la stessa Organizzazione mondiale della sanità ha coniato il termine ‘diabesity’, a indicare come le due malattie rappresentano ormai la vera pandemia dell’era della globalizzazione. “Adulti e bambini, Nord e Sud del mondo: ormai diabete e obesità non sono presenti esclusivamente nei Paesi ricchi – avvertono i promotori della campagna, realizzata con il contributo non condizionato di Boehringer Ingelheim e Fondazione Lilly – ma affliggono tutte le categorie sociali e fasce sempre più ampie della popolazione, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo dove sono in forte crescita. Tra le cause, l’assunzione di modelli alimentari sbagliati e uno stile di vita sedentario hanno senza dubbio una forte influenza sullo sviluppo di patologie metaboliche e cardiovascolari”.
A chiudere le serate un buffet-tipo, dimostrazione pratica del motto “uno stile di vita sano e gustoso è possibile”. Al termine degli incontri, inoltre, verrà distribuita una copia della guida di Slow Food Editore ‘Salute al piacere! Benessere con gusto per noi e per il pianeta’, nuovo volume della collana ‘Mangiamoli Giusti’, curato dal responsabile Area salute di Slow Food Italia, Andrea Pezzana, direttore di Dietetica e nutrizione clinica all’ospedale San Giovanni Bosco di Torino.
“La globalizzazione dei consumi – evidenziano i promotori della campagna – ha portato al costante allontanamento dagli stili alimentari originari”, fondati sui principi della dieta mediterranea. Nel dettaglio, gli esperti individuano i cambiamenti dello stile di vita che più sembrano influenzare l’epidemia globale di obesità e quindi di diabete (l’80% delle forme di tipo 2 è causato dai chili di troppo): “destrutturazione della preparazione dei pasti”, con il consumo di alimenti pronti da cucinare o da mangiare, e “destrutturazione della giornata alimentare”, con ‘spuntini’ a ogni ora; “iperconsumo passivo di cibi altamente energetici e di bevande zuccherate”; “diffusione dei pasti fuori casa” (+13,6% negli ultimi 10 anni, secondo una ricerca Fipe-Confcommercio).
Le strategie contro obesità e diabete, dunque, “dovrebbero incoraggiare abitudini alimentari corrette attraverso la riduzione di grassi e zuccheri, incentivare le persone a mangiare più frutta e verdura, oltre che mirare a un aumento dell’attività fisica”. Sarebbe necessario, inoltre, “attivare misure per moderare marketing e pubblicità quando degenerano in manipolazione, e potenziare l’educazione alimentare promuovendo il modello italiano basato su dieta mediterranea, legame con il territorio, ricchezza fondata sulla biodiversità, rivolgendosi non solo alle scuole, ma a tutti gli esercizi pubblici cui oggi è delegata la cultura del cibo”.
L’obiettivo finale “non è certo mettere tutti a dieta o evitare il ristorante, quanto piuttosto stimolare una riflessione sull’alimentazione quotidiana”. Fra le proposte dell’alleanza medici-Slow Food, c’è quella di “partire dal rivoluzionare la ristorazione pubblica e le sue offerte, in modo da influenzare le abitudini alimentari, nonchè da un monitoraggio maggiore della distribuzione e produzione industriale, considerato anche che tra il 1978 e il 2009 (dati Brownell and Frieden) i prezzi di verdura e frutta fresche hanno subito un forte aumento, soprattutto se paragonato alla quasi stabilità del costo di zuccheri, dolci e bevande gassate”.
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 19 gennaio 2012 in diabete, FOOD, mangiare bene, obesità

 

Non solo ‘Mi piace’: ma le azioni in base all’app che si utilizza

Roma, 19 gen. (Ign) – Si avvia verso il tramonto il “Mi piace”, il pollice alzato che fa sapere ha chi ha postato un contenuto su Facebook se questo è di nostro gradimento. L’opzione non verrà tolta, ma l’idea partorita dall’azienda fondata da Mark Zuckerberg è quella di affiancarle altri voci in base all’applicazione installata sul proprio profilo del social network. Applicazioni che ora, oltretutto, saranno sviluppabili dagli utenti e sottoposte al controllo di Facebook per la loro pubblicazione.
Assieme al classico ‘Mi piace’ appariranno così ‘Ascolta’ o ‘Mangia’ se l’applicazione sarà dedicata alla musica o alla cucina. L”obbligo’, spiegano da Facebook, sarà per il programmatore che, quando compilerà la sua app, dovrà indicare verbo e oggetto da utilizzare per pubblicare l’azione sulla bacheca dell’utente: ad esempio, Luca ‘ascolta’ l”ultimo disco di Adele’, dove ‘ascolta’ e ‘ultimo disco di Adele’ sono rispettivamente il verbo e l’oggetto con il quale questa si compie.
 
2 commenti

Pubblicato da su 19 gennaio 2012 in app facebook, CURIOSITA', INTERNET

 

Bruce Springsteen: ‘Wrecking Ball’ nuovo album del ‘boss’

Roma, 19 gen. (Adnkronos) – Uscirà il 6 marzo su etichetta Columbia Records ‘Wrecking Ball’, il nuovo album di Bruce Springsteen. Si tratta del diciassettesimo album da studio del ‘boss’ statunitense e contiene 11 nuove canzoni prodotte da Ron Aniello insieme a Springsteen stesso e al produttore esecutivo Jon Landau.
E proprio Landau, storico manager di Springsteen, descrive così il nuovo album: ”Bruce – dice – ha scavato il più possibile per arrivare a questa visione della vita moderna. I testi raccontano una storia che non si sente da nessun’altra parte e la musica è la più innovativa che abbia realizzato negli ultimi anni. Le composizioni sono tra le migliori della sua carriera, e sia i fan della prima ora sia coloro che scoprono Bruce per la prima volta avranno molti motivi per amare Wrecking Ball”.
Gli undici titoli della tracklist sono: ‘We Take Care of Our Own’, ‘Easy Money’, ‘Shackled and Drawn’, ‘Jack of All Trades’, ‘Death to My Hometown’, ‘This Depression’, ‘Wrecking Ball’, ‘You’ve Got It’, ‘Rocky Ground’, ‘Land of Hope and Dreams’ e ‘We Are Alive’. ‘Wrecking Ball’ sarà disponibile anche in edizione speciale, contenente due bonus track e immagini esclusive.
Quest’anno Bruce Springsteen sarà il ”keynote speaker” della manifestazione SXSW. Inoltre si esibirà in Europa e negli Stati Uniti insieme alla E Street Band; le date europee sono state annunciate sul sito http://www.brucespringsteen.net. In Italia, il tour, promosso da Barley Arts, farà tappa il 7 giugno 2012 allo stadio Meazza di Milano, il 10 giugno a Firenze, Stadio Franchi e l’11 giugno a Trieste allo Stadio Nereo Rocco.
Si può ascoltare e leggere il testo del primo singolo ‘We Take Care of Our Own’, estratto dal nuovo lavoro di Springsteen, sul sito http://www.brucespringsteen.net ed acquistarlo su iTunes.
Sempre da oggi è possibile preordinare su iTunes l’edizione speciale dell’album ‘Wrecking Ball’, con contenuti extra esclusivi, ricevendo immediatamente il singolo.
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 19 gennaio 2012 in bruce springsteen, MUSICA