RSS

Archivi giornalieri: 15 novembre 2011

Wolf Howling, ululati notturni alla scoperta dei lupi

Roma, 15 nov. (Ign) – In un bosco, solitamente di sera oppure prima dell’alba, a riprodurre gli ululati dei lupi con la speranza di incontrarli. E’ il suggestivo scenario del Wolf Howling, un evento del tutto particolare che viene organizzato, già da qualche anno, da alcuni parchi nazionali italiani, dove questi esemplari vivono senza il pericolo di essere braccati.
La stagione migliore è senz’altro quella estiva, per la presenza dei cuccioli che non resistono a rispondere ai segnali, tuttavia anche l’inverno è possibile fare escursioni tra le nevi. E il prossimo raduno ci sarà proprio questo weekend a Civitella Alfedena in provincia dell’Aquila. Due giorni di trekking notturno nel Parco Nazionale d’Abruzzo, dove le storie sulla convivenza tra i lupi e l’uomo si tramandano da generazioni e dove ancora condividono lo stesso territorio. Durante l’escursione saranno riprodotti gli ululati dei lupi in modo che gli animali presenti sul territorio possano rispondere e in alcuni casi, essere visti.
Wolf howling protagonista anche nel Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, dove la cooperativa ‘I Briganti di Cerreto’ organizza degli eventi chiamati ‘Luna nera – Wolf Howling’. Si tratta di escursioni, con le ciaspole in caso di neve, durante le quali si parlerà la lingua dei lupi nel buio dei boschi in una notte di luna piena.
E per chi volesse trascorrere un Capodanno insolito, la città di Pescasseroli propone l’iniziativa ‘Capodanno da lupi’. Nelle serate dal 30 dicembre 2011 al 2 gennaio 2012 si potrà visitare il bosco con le ciaspole e tentare di intravedere gli animali.
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 15 novembre 2011 in lupo, NATURA, trekking notturno, wolf howling

 

Google X, i laboratori segreti di Google esistono davvero

Il New York Times conferma l’esistenza dei laboratori della grande G: un luogo segreto dove prende forma la tecnologia e l’innovazione del futuro marchiata Google, come la recente presentazione della Google Car. Intelligenza artificiale, robotica e progetti spaziali pronti a debuttare prima o poi davanti agli occhi di tutti.
Se ne parla da diversi anni e il NYT oggi conferma l’esistenza del Google X, i misteriosi e segretissimi laboratori di Google in cui la grande G sarebbe alle prese con le tecnologie del futuro, nel tentativo di rivoluzionare il mondo. Da questi laboratori è uscita ad esempio la Google Car, l’automobile che si guida da sola, di cui non si è saputo nulla fino a pochi giorni prima della dimostrazione ufficiale.
Google X è infatti un progetto sui cui cala un velo di segretezza tale da poter rivaleggiare con la CIA. Due le sedi, una a Mountain View e una seconda in una località sconosciuta, all’interno della quale vengono sviluppati progetti che coinvolgono la robotica e l’intelligenza artificiale. Nel Labs di Google si progetta di tutto: da dispositivi universali, come macchine del caffè o innaffiatoi, connesse ad internet, a robot dotati di intelligenza artificiale capaci di sostituire gli uomini in diversi compiti, fino ad arrivare a concept realmente fantascientifici come gli ascensori spaziali.
Google X riporta alla mente il mitico Xerox PARC, il famoso centro di ricerche che ha visto la nascita di numerose innovazioni che ora vengono utilizzate quotidianamente, fra cui anche le interfacce grafiche da cui Steve Jobs trasse ispirazione per la GUI del Mac.
I progetti del Google X sono caratterizzati da un’elevata sperimentazione, che li potrebbe portare a diventare il prossimo core business di Google, oppure il prossimo fallimento della società di Larry Page. Per questa ragione l’investimento di Google nei suoi Labs è sostanzioso ma resta di molto inferiore rispetto ai prodotti da cui la grande G attualmente ricava profitto nel mondo “reale”.
Molte idee sono solamente ad uno stadio concettuale, ma altri prodotti invece sono concreti e reali, tanto che presto un nuovo prodotto, sviluppato proprio all’interno di Google X, potrebbe fare la sua comparsa prima della fine dell’anno. (Mycitynet)
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 15 novembre 2011 in google car, google x, TECNOLOGIA