RSS

Archivi giornalieri: 8 novembre 2011

Gatta percorre 3000 Km per tornare dal fratello

Sydney, 8 nov. (Adnkronos) – Una gatta australiana di 10 anni ha percorso 3mila chilometri per tornare nella casa dove era rimasto il fratello. Questo è quanto ha raccontato la padrona dei due animali, Sheree Gale. La donna si era straferita nel 2010 a Darwin, lasciando la sua fattoria che si trovava dall’altro capo dell’Australia, vicino ad Adelaide. Gale aveva portato con sé la gatta Jessie, mentre l’altro, Jack, era rimasto alla fattoria, in quanto non era tornato a casa in tempo per il volo.
Sheree era comunque rimasta in contatto con i nuovi padroni della casa ad Adelaide, che avevano accolto Jack. Jessie ha quindi percorso i 3mila chilometri che la separavano dal fratello, in un viaggio di 15 mesi. “Nel maggio 2011 [i nuovi padroni di casa] mi dissero che Jessie era da loro. Mi hanno mandato delle foto, e non c’era dubbio. Era proprio Jessie”, ha detto la Gale. La donna ha anche detto che non vuole separare nuovamente i due animali, e che Jessie resterà con Jack dai nuovi padroni ad Adelaide.
 
3 commenti

Pubblicato da su 8 novembre 2011 in CURIOSITA', gatta, gatti

 

Pagine Google+: ecco una mini-guida

Cosa fare e cosa non poter fare con le pagine Google+: dalla personalizzazione del profilo all’integrazione con il proprio sito Web.
Google ha appena introdotto le pagine Google+. Le pagine sono per aziende, prodotti, marchi, siti web, negozi quello che i profili sono per le persone. Con le pagine è possibile interagire con i propri clienti, visitatori, ammiratori. Creare una pagina Google+ è semplice: basta avere un profilo google plus e fare clic sul pulsante Crea una pagina che compare in fondo alla colonna di destra. Ma a che serve e cosa si può fare con le pagine Google+?
Che cos’è Pagine Google+
È una pagina all’interno del social network Google+ che non rappresenta una persona ma un negozio, un’azienda, un prodotto e così via. Gli altri utenti di Google+ potranno seguire la pagina (in linguaggio Google+: “aggiungere la pagina ad una cerchia”) e ricevere informazioni oppure interagire con chi la gestisce. Il proprietario della pagina potrà pubblicare video, link, aggiornamenti e altri contenuti che saranno “distribuiti” a tutte le persone che seguono la pagina.
Cosa si può fare
Un’azienda, negozio o prodotto può fare molte delle cose che si possono fare con un profilo tradizionale: pubblicare link, album di foto, video; commentare, condividere e fare +1 su un post di un altro utente (non si può fare +1 al di fuori di Google+ però). Si può anche creare una videochat multi-utente (hangouts o videoritrovi) con le persone che appartengono alla propria cerchia e chattare con loro o vedere assieme video su Youtube. Non si può, a differenza del profilo, aggiungere una persona ad una cerchia se questa non segue già la pagina. Le pagine di Google+ supportano le menzioni (una sorta di messaggi diretti): per inviare un messaggio direttamente ad una persona basta scrivere il simbolo @ o + e il nome della persona.
Le opportunità per i negozi
Se siete una gelateria, un negozio di vestiti o qualsiasi altro esercizio commerciale potete usare le pagine di Google+ con qualcosa in più. Le pagine indirizzate ai negozi hanno infatti qualche funzione in più rispetto a quelle generiche. Al momento c’è poca roba: contengono, sulla colonna di sinistra, una mappa di Google Maps e, modificando il profilo, possono ospitare gli orari di apertura o di chiusura per ogni giorno della settimana. Magari un giorno vedremo i negozi di Google+ visualizzati anche sulle Google map tradizionali.
La forza delle cerchie
Un’azienda potrebbe usare le cerchie per segmentare i visitatori in base al loro rapporto con l’azienda. Al momento della creazione Google+ crea quatto diverse cerchie: Persone che seguo, Clienti, Vip, Membri del team. Un negozio potrebbe creare cerchie per provenienza (città, regione) oppure per interessi o ancora per fedeltà: ai clienti più fedeli potrebbero essere inviate promozioni dirette o messaggi personalizzati. Al momento è impossibile filtrare le persone che seguono una pagina Google+ per dati personali.
Personalizzare la pagina
Le personalizzazioni sono davvero poche. Appena creata la pagina del proprio profilo si possono aggiungere alcune informazioni (la descrizione, la pagina del sito Web ecc.). Per rendere la pagina meno piatta sarebbe bene aggiungere anche le cinque foto che la pagina Google+ può pubblicare in alto nel profilo: basta raggiungere la propria pagina Google+ (si trova sotto al proprio nome in alto a sinistra del profilo Google+ personale), fare clic sul pulsante del profilo (il terzo del set di icone in alto), premere il pulsante blu: modifica il profilo e fare clic sulla grande area grigia Aggiungi qualche foto qui.
Direct Connect
Direct connect (vedi un videodimostrativo) è una funzionalità che consente di seguire una pagina di Google+ direttamente da una ricerca, senza fare clic su “Aggiungi alla cerchia”. Al momento funziona solo sul motore di ricerca americano: andate su www.google.it e, in fondo, fate clic su Google.com in English. Cominciate poi a scrivere, ad esempio, +Google e vedrete che tra i suggerimenti i primi risultati saranno delle pagine di Google+. Facendo clic su una di esse sarà possibile abilitare la funzione Direct connect: per le successive ricerche sarà sufficiente far precedere dal segno + un nome di una pagina Web per seguirla direttamente. Per attivare Direct connect per la propria pagina si dovrà seguire il passo successivo.
Direct connect Google+
Collegare un sito alla pagina Google+ (direct connect)
Google abilita le pagine Google+ al servizio Direct connect attraverso un algoritmo che esamina la rilevanza e popolarità della pagina. Google, inoltre, cerca anche un link reciproco fra una pagina Google+ e il sito di riferimento. Per abilitare una pagina Google+ a Direct Connect è necessario, per prima cosa, aggiungere al profilo della pagina Google+ un link verso il sito di riferimento e, per seconda cosa, aggiungere il codice in un qualsiasi punto della homepage (naturalmente sostituite a [yourpageID] l’esatto ID della pagina Google+ che si trova nell’url). Più istruzioni sulla pagina del supporto dedicata a Direct connect.
Collegare un sito alla pagina Google+ (badge)
Facebook permette di seguire una pagina attraverso il pulsante “Mi piace” che può essere pubblicato in qualsiasi pagina Web. Lo stesso si potrà fare con i badge di Google+. I badge possono essere dinamici o statici: i primi hanno un pulsante “Aggiungi alle cerchie” che, se cliccato, aggiungerà automaticamente la pagina Google+ alla cerchia dell’utente che clicca, i secondi sono semplici link alla pagina Google+ con il logo del servizio. Al momento sono disponibili solo i badget statici che possono essere creati visitando il badgeconfiguration tool.
Cancellare una pagina Google+
Niente di più semplice: dalla homepage del profilo Google+ fate clic sulla piccola freccia che compare sotto al vostro nome in alto a sinistra e poi su Gestisci le tue pagine. Da lì è possibile eliminare le singole pagine Google+ facendo clic sul link Elimina. Un clic sul pulsante Gestisci porterà invece alla homepage della pagina Google+.
Collegare un annuncio AdWords alla pagina Google+
Quando si crea una campagna pubblicitaria Adwords è possibile aggiungere all’annuncio un pulsante +1. Attraverso delle estensioni dell’annuncio chiamate Estensioni social è possibile collegare il pulsante +1 dell’annuncio alla pagina Google+ in modo da accentrare nella stessa pagina tutte le raccomandazioni ricevute dagli utenti, sia da ricerca sia da campagne pubblicitarie. La funzionalità, ad oggi, non è stata ancora implementata (ma è stata creata la pagina di aiuto).
Cosa manca
Quasi tutto ci viene voglia di dire. A breve sarà aggiunto un sistema web analytics che consentirà di analizzare le interazioni degli utenti con una pagina Google+ (cosa che si può fare, per una pagina web tradizionale, attraverso gli strumenti per Webmaster di Google). Manca del tutto la personalizzazione della pagina e non è possibile aggiungere applicazioni in modo per arricchire la pagina stessa oppure, ad esempio, per pubblicare automaticamente feed. Manca, infine, anche la possibilità di aggiungere amministratori al di là di chi crea la pagina.Tratto da http://www.webnews.it
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 8 novembre 2011 in google+, guida google +, INTERNET

 

Cyborg Vision, l’app per vedere con gli occhi di Terminator

Roma, 8 nov. – (Ign) – Per meno di un dollaro è ora possibile ‘vedere’ con gli occhi di ‘Terminator’. ‘Cyborg Vision‘, creata dagli hacker Haris Amin e Richard Cameron, è un’app tanto intelligente quanto inutile, ma sicuramente molto divertente. Attraverso la fotocamera dell’iPhone o dell’iPad, riconosce i nostri amici Facebook e scrive sullo schermo le informazioni su di loro in stile ‘Terminator’. Basta puntare l’obiettivo sulla persona che abbiamo davanti e il programma analizzerà il suo viso, lo confronterà con i profili dei nostri amici su Facebook e una volta che l’avrà riconosciuto scriverà sullo schermo le informazioni e le novità che lo riguardano.
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 8 novembre 2011 in cyborg vision, TECNOLOGIA