RSS

Archivi giornalieri: 31 agosto 2011

Dal corallo la pillola che protegge dai raggi UV

Milano,31 ago. (Adnkronos/Adnkronos Salute) – Liberi dalla schiavitù della cremasolare, da spalmare a più riprese, per una tintarella sicura. Il sogno di ogni’sun addicted’ potrebbe presto diventare una realtà. In formato pillola. Ungruppo di scienziati britannici ha infatti carpito il segreto del corallo e il modo in cui si protegge dai raggi ultravioletti. E queste informazioni potrebbero esserecruciali per inventare una ‘pillola schermo’ miracolosa: una compressagarantirebbe una protezione lunga settimane, mandando in soffitta non solo lacrema solare, ma anche gli occhiali da sole, perché a beneficiare dello scudosarebbero pelle e occhi. La pillola, ipotizzanogli scienziati del King’s College di Londra, impegnati su questo fronte,sarebbe in grado di tagliare il rischio di cancro e di tenere a bada le rughe. Nel giro di 5 anni potrebbe essere testatasull’uomo ed entro un decennio sbarcare sul mercato a prezzi anche economici.
Iricercatori si sono ispirati a campioni di corallo raccolti nella Grandebarriera corallina australiana. E’ infatti noto, spiegano gli esperti, che gliorganismi marini che vivono in acque poco profonde hanno dei meccanismi didifesa dai raggi solari e si ipotizza che questa protezione derivi da uncomposto di alghe che abita al loro interno.
Gliscienziati hanno raccolto corallo durante immersioni notturne e poi l’hannoesposto al sole e hanno osservato il meccanismo di costruzione della protezionesolare al lavoro, scoprendo che il corallo si crea il suo scudo, la propria’crema solare’ a base di alghe.
“Inpratica abbiamo visto che il composto di alghe viene trasportato al corallo, ilquale lo modifica trasformandolo in un filtro a beneficio sia del corallostesso che delle alghe”, spiega Paul Long, uno dei ricercatori che hacondotto lo studio. Gli scienziati hanno infine notato che il corallo non èl’unico a mettersi al riparo dai danni dei raggi ultravioletti. “Anche ipesci che si nutrono del corallo – assicura Long – beneficiano di questaprotezione solare”.Quando i pesci ‘banchettano’ con il corallo, l’amminoacidocon le proprietà di filtro solare entra nella struttura della pelle e degliocchi proteggendoli.
Ora iricercatori sono vicini a riprodurre questo amminoacido in laboratorio.”Ed è plausibile che assumendolo in versione pillola arrivi alla pelle eagli occhi esercitando la sua capacità protettiva”, ragiona Long.”Nulla di simile esiste in questo momento”.
Primache la compressa sbarchi sul mercato, si dovrà procedere con una lunga serie diesami tossicologici, ma 5 anni dovrebbero bastare. Poi potrebbe essere messa incommercio. Lo studio, finanziato attraverso il Biotechnology and BiologicalSciences Research Council, è stato condotto con ricercatori australiani estatunitensi e potrebbe avere anche altre applicazioni: potrebbe per esempioessere utile per creare grano e patate con ‘scudo anti-sole’ incorporato, ingrado di crescere anche in Paesi moto caldi.
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 31 agosto 2011 in SALUTE, SCIENZA, VIAGGI E VACANZE

 

L”iPhone” cinese dal prezzo accessibile

Shangai – Il nuovo smartphone lanciato dalla cinese Xiaomi Technologysi prepara a fare concorrenza all’iPhone di Apple. La Xiaomi ha indetto una conferenza stampa riprendendo lo stile di Steve Job per la presentazione dei prodotti della Apple. La forma ed il design scelti dalla casa cinese assomigliano molto al famoso “melafonino” della Apple .
Il telefono costerà 2000 yuan (circa 200 euro) contro i 5000 yuan (circa 500 euro) dell’iPhone 4. Lo smartphone cinese ha come sistema operativo MIUI, versione modificata e personalizzata di Android 2.3 creato da Google. 
L’ultimo prodotto lanciato dalla Xiaomi è caratterizzato da un processore dual core da 1.5 ghz, un giga di ram, un display multitouch da quattro pollici, fotocamera da otto megapixel, batteria da 1930 mAh ed un peso di 150 grammi.
Gli unici due prodotti sul mercato che vantano caratteristiche simili sono il Samsung Galaxy S II e l’LG Optimus Dual, che però hanno un prezzo che si aggira intorno ai 500 euro.
La presentazione del cellulare della Xiaomi in stile Apple : 
Secondo alcuni dati resi noti dall’azienda di consulenza Analysis International, in Cina, solo nel secondo trimestre dell’anno, sono stati venduti oltre 16 milioni di smartphone, registrando un aumento del 7,5% rispetto ai tre mesi precedenti. Secondo le previsioni il numero degli smartphone venduti per la fine dell’anno potrebbe raggiungere i 95 milioni. 
Il video illustra le caratteristiche dello smatphone Xiaomi:

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 31 agosto 2011 in CURIOSITA', TECNOLOGIA