RSS

Perfino il ‘bip’ antizanzare: tutte le app da portare in vacanza

23 Lug
Roma, 22 lug. (Adnkronos/Ign) – Facili e veloci promettono di semplificare i nostri viaggi. Aiutano a trovare l’albergo più vicino o a scoprire il nome di un monumento, ma anche a evitare fastidiose scottature. E per i più sbadati c’è il software che serve a ricordare di mettere tutto il necessario in valigia. Dalla guida personale all’allerta per evitare le scottature, dal software che tiene lontane le zanzare a quello che aiuta a preparare le valigie. Cambia il modo di viaggiare nell’era di smartphone e tablet. Sono quasi un milione le applicazioni, facili e veloci, che promettono di semplificare le nostre vacanze. E ce n’è per tutti i gusti.
Le applicazioni più popolari sono quelle disponibili sull’AppStore, pensate per iPhone e iPad, ma certo successo stanno riscuotendo anche i software realizzati per gli smartphone Android. Scaricabili in pochi secondi dal web, le app sono semplici da usare ed economiche (alcune sono gratuite, altre a pagamento ma costano solo pochi euro). Inoltre permettono di viaggiare più ‘leggeri’: ci sono infatti anche delle applicazioni che sostituiscono le tradizionali guide, pesanti volumi che un tempo si era costretti a mettere in valigia per avere informazioni sui luoghi di vacanza.
Tra queste ci sono Tripwolf, la guida turistica sociale scritta dai viaggiatori di tutto il mondo; AroundMe che, dopo aver individuato la nostra posizione con il Gps, permette di trovare alberghi, ristoranti, ospedali o altri servizi nei pressi del luogo in cui siamo; Wikitude , un’applicazione di realtà aumentata che ci mostra informazioni su ciò che ci circonda attraverso la fotocamera dello smartphone.
Utilissimi anche Google Transit Navigation, un sistema di navigazione satellitare che suggerisce i mezzi pubblici da prendere in oltre 400 città del mondo, e Google Goggles, che consente, attraverso una semplice foto scattata dal telefonino, di avere informazioni su un determinato monumento o un’opera d’arte.
Per i patiti della tintarella c’è Uv Detector dell’americana AppsWell, l’app che monitora in tempo reale il livello raggiunto dai raggi ultravioletti, e Tan agent, che, dopo aver analizzato il tipo di pelle da una foto, dà consigli per ottenere un’abbronzatura perfetta evitando le scottature.
Tra i software più curiosi ci sono poi Packing Pro di Quinnscape, che promette di aiutare i più sbadati a mettere tutto il necessario per la vacanza in valigia, e ‘No Zanzare‘, un’app che emette un ultrasuono (non udibile dall’orecchio umano) in grado, secondo gli sviluppatori, di tenere alla larga i fastidiosi insetti. Infine, per i più nostalgici, da non perdere è Postdroid, l’applicazione che trasforma le foto scattate in vacanza in cartoline digitali da inviare via e-mail.
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 23 luglio 2011 in CURIOSITA', TECNOLOGIA

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: