RSS

Archivi giornalieri: 21 luglio 2011

All’asta il (presunto) film porno con Marilyn Monroe

È possibile che un film pornografico del 1946, di soli sei minuti e per giunta in bianco e nero, arrivi a valere oltre 500 mila dollari? Sì, è possibile. Basta che la protagonista della pellicola porno sia Marilyn Monroe.
Ammonta proprio a 500 mila dollari, infatti, il prezzo di partenza per aggiudicarsi all’asta un cortometraggio in cui sembrerebbe recitare la bionda star di Hollywood, all’epoca appena 21enne. A vendere la pellicola, il 7 agosto a Buenos Aires, sarà Mikel Barsa, un cinefilo spagnolo che ha ricevuto l’incarico dagli eredi del proprietario, un collezionista appassionato di cinema.
«Conoscendo come sono fatti i fanatici di Marylin, il filmato potrebbe arrivare al milione di dollari (700 mila euro)», ha dichiarato Barsa dopo aver fatto sapere che sono già in arrivo offerte da tutto il mondo, le prime dalla Norvegia e dal Giappone.
Un esperto di Marilyn Monroe, però, sostiene che la protagonista del porno sia troppo robusta per essere la star. Anche il mento, le labbra e i denti, secondo l’esperto, sarebbero diversi. Ma Barsa, insieme al filmino, possiede anche una lettera dell’Istituto cinematografico americano in cui si dice che, se non è Marilyn, «allora è la sua sorella gemella».
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21 luglio 2011 in CURIOSITA'

 

Vuoi viaggiare gratis per un anno? Easjet ti accontenta

La compagnia di voli low cost easyJet ha promosso sul suo sito un gioco che permette di vincere fantastici premi, tra cui un anno di voli aerei gratuiti.
Mentre molti si affidano alle vacanze last minute, o stanno già per partire, c’è qualcuno che già pensa ai viaggi da fare in inverno o a Capodanno. Per questi easyJet ha pubblicato un concorso sul suo sito; gli utenti, mettendosi alla prova con la propria preparazione in geografia, potranno vincere numerosi premi. La partecipazione al Gioco è aperta a tutti i maggiorenni residenti in Italia, ed è completamente gratuita.

I premi sono una fotocamera digitale compatta, un iPad 16 GB ed un fine settimana per due persone a Londra. Ma il premio che tutti cercheranno di vincere è sicuramente un anno di volo, ossia 12 voli di andata/ritorno con partenza dagli aeroporti di Milano Malpensa e Roma Fiumicino, che possono essere utilizzati separatamente od anche simultaneamente da più persone, sempre nel limite di 12 voli.
Per partecipare al Gioco e tentare di vincere, i partecipanti devono iscriversi e cercare di inserire con precisione le 18 città di partenza/arrivo di easyJet sulla carta geografica d’Europa raffigurata nel gioco multimediale. Più ci si avvicina alla località indicata, più si guadagneranno punti, che possono poi essere accumulati anche se si aggiunge al profilo la propria data di nascita, il numero di viaggi effettuati nel corso degli ultimi 12 mesi e ulteriori informazioni circa la situazione personale dell’utente. Che vinca il migliore!


 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21 luglio 2011 in VIAGGI E VACANZE

 

USA: Amazon noleggia ebook agli studenti

Amazon a partire dal prossimo anno scolastico lancerà l’innovativo servizio Kindle Textbook Retals negli Stati Uniti, attraverso il quale presterà i libri di testo in versione e-book agli studenti.
Il prestito dei libri digitali potrà durare al massimo un anno e minimo un mese e, consentirà agli studenti di risparmiare fino all’80% sul costo della copertina. Per ulteriori rinnovi del noleggio non sono previsti limiti.
Dal momento che lo storage di appunti e sottolineature avviene nel cloud, anche successivamente alla data di scadenza del prestito sarà comunque permesso l’accesso agli studenti.
Quindi coloro che avevano precedentemente noleggiato gli e-book potrà utilizzare liberamente gli appunti presi dai lettori e mantenere le frasi sottolineate, anche se al momento Amazon non ha ancora specificato quanto potrà essere sottolineato di ogni testo.
Intanto la compagnia di commercio elettronico statunitense sta preparando un tablet Android, che supporterà libri di testo, ricchi di immagini.
Un’iniziativa interessante che dimostra come il settore dei libri digitali stia diventando sempre più importante anche nel mondo dell’istruzione, come nel caso dell’iniziativa dell’Università di Padovache ha previsto l’istituzione di alcuni corsi universitari da seguire esclusivamente con ebook reader.
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21 luglio 2011 in CURIOSITA', INTERNET, TECNOLOGIA

 

Arrivano gli ‘autostoppisti del web’

Roma, 19 lug. – (Adnkronos) – Sarà per la crisi economica o per la voglia di fare vacanze alternative, ma sempre più italiani decidono di viaggiare condividendo l’auto. Sono loro i ‘nuovi autostoppisti’ che invece di alzare il pollice a bordo strada utilizzano mouse e tastiera. In una parola: il ‘car-pooling’, metodo low-cost per viaggiare scambiandosi passaggi auto grazie a siti web specializzati. Una tendenza aumentata del 30% in un solo anno e che soprattutto d’estate mette in collegamento l’Italia con tutta l’Europa, da Amsterdam a Cracovia, da Parigi a Londra e che si sta espandendo a macchia d’olio anche negli Stati Uniti. Una comunità in continua espansione, dato che in poco più di due anni di presenza nel nostro Paese sono già oltre 150 mila le persone che si sono registrate a uno dei portali che propongono viaggi condivisi, per un totale di quasi 600mila viaggi nel suolo nazionale, contachilometri alla mano circa 700 giri del mondo. Roma-Milano rimane la tratta più battuta, ma nel periodo estivo crescono di quasi il 60% le possibilità di trovare offerte di condivisione per le più rinomate mete turistiche. Sicilia, Puglia e litorale romagnolo le preferite in Italia, ma si può trovare disponibilità di posti anche per le maggiori capitali europee e soprattutto per i grandi festival, dal Rototom a Benicasim (Spagna) allo Sziget di Budapest. E per pernottare a costo zero c’è sempre la possibilità di utilizzare il couch-surfing, il servizio di ospitalità gratuita online: unica regola è quella di restituire l’accoglienza ricevuta.
Il car-pooling nasce in Germania per far risparmiare tempo e denaro ai pendolari delle zone industriali della regione metropolitana Reno-Ruhr, ma è subito diventato un successo grazie al popolo dei Festival e agli studenti Erasmus. “Anche in Italia la nostra piattaforma è stata usata all’inizio per i viaggi pendolari – spiega all’Adnkronos Daniele Nuzzo, amministratore di Webdev, l’azienda che ha sviluppato il portale roadsharing.com -, ma adesso il portale è usato anche per i viaggi estivi. Sempre più persone infatti preferiscono condividere le automobili per spostarsi verso le località di villeggiatura“. Il procedimento è semplice. Si inserisce il luogo di partenza, si indica il luogo d’arrivo e si sceglie tra le varie possibilità di viaggio. E se non c’è disponibilità per il giorno si ha la possibilità di inserire una richiesta di passaggio. La richiesta di un contributo economico sarà a discrezione di chi condivide la macchina. Ma attenzione alla ‘reputazione’. Ogni utente ha infatti un profilo pubblico nel quale sono contenute tutte le informazioni utili: età, sesso, viaggi compiuti, persone ospitate, passaggi ricevuti e soprattutto quanti commenti, o meglio feedback, positivi o negativi, ha ottenuto. Attenti quindi a non ‘sgarrare’ o a comportarsi male, tutto rimane nella memoria storica del portale.
Sono soprattutto i lavoratori pendolari a offrire la condivisione delle automobili, sia d’estate che d’inverno. “La tratta piu’ battuta è quella tra Roma e Milano e sono per lo più dei lavoratori a percorrerla – sottolinea Nuzzo – e a essere entusiasti dal fatto di poter condividere esperienze e costi. Molte volte sono anche disponibili a non chiedere alcun contributo ai ragazzi pur di avere compagnia durante il tragitto”. Quanto di buono viene offerto sulle strade d’inverno ha poi la possibilità di trasformarsi in passaggi d’auto per le ferie estive. “E’ da due estati che viaggio per un mese in Europa quasi gratis – scrive un appassionato di car-pooling in uno dei forum dedicati al fenomeno – anche perché per me garantisce il mio feedback sul sito. Quattrocento viaggi e quattrocento pareri positivi”. Un curriculum di tutto rispetto ma certamente poca cosa rispetto al ‘Re Lucertola’: più di novecento passaggi dati e mai un commento negativo per il camionista appassionato di Jim Morrison che trasporta ogni due giorni almeno un autostoppista da Parigi a Torino. “E’ un modo per non addormentarsi mai mentre si guida – scrive in un post sul suo profilo – e poi in questo modo ho imparato in due anni l’inglese in modo perfetto”.
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 21 luglio 2011 in CURIOSITA', INTERNET, VIAGGI E VACANZE